Digital lifestyle, cultura tecnologica, tendenza hi-tech: MacReport è il magazine che ti accompagna nel mondo dell'elettronica di consumo.

DJI Osmo Mobile 3: zero vibrazioni, massima creatività.

Oggi, per fare video di qualità basta avere uno smartphone. Anzi, bastano uno smartphone e uno stabilizzatore Gimbal che permetta riprese creative, dia stabilità e offra al tempo stesso leggerezza e affidabilità.
 
DJI Osmo Mobile 3 rientra senza dubbio in questa categoria: il nuovo modello pesa 405 grammi e può vantare un’accurata disposizione di pulsanti, così da permetterne l’uso con una sola mano. L’ergonomia è fondamentale in un Gimbal, un prodotto che per sua stessa natura può essere usato per periodi di tempo prolungati, ma è soprattutto il meccanismo di stabilizzazione a 3 assi a renderlo indispensabile per chi è sempre in giro e vuole immortalare i momenti più belli ed emozionanti della propria vita. Di fatto, Osmo Mobile 3 elimina il problema delle riprese ‘tremolanti’ che da sempre condizionano chi fa video con lo smartphone, soprattutto quando viene usato lo zoom. Al loro posto, video stabili, precisi, dettagliati e dal look professionale.
 
Osmo Mobile 3 fa proprie tutte le più recenti tendenze in fatto di videoripresa smart: c’è una modalità sport per la ripresa di qualità dei movimenti più rapidi, la funzionalità hyperlapse, che è possibile grazie alla combinazione della stabilizzazione elettronica e meccanica delle immagini, e l’Active Track 3.0, che grazie ad evoluti algoritmi di Machine Vision permette un tracciamento affidabile del soggetto selezionato, anche nelle scene più veloci. Non mancano la Modalità Story, che si avvale di diversi template per una personalizzazione immediata dei propri video, cui far seguire l’inserimento dell’audio di sottofondo, altre attività di editing e l’ormai tipica condivisione sui canali social. Impossibile, poi, non citare la funzionalità di controllo coi gesti, perfetta per le foto di gruppo e per divertirsi con gli amici, ma ancor più importanti sono alcune specifiche tecniche come la durata della batteria, che in condizioni ottimali garantisce un’autonomia di 15 ore a fronte di 2,5 ore per una ricarica completa. Buon divertimento!
pubblicato
6 Settembre 2019

aggiornato
4 giorni fa