Digital lifestyle, cultura tecnologica, tendenza hi-tech: MacReport è il magazine che ti accompagna nel mondo dell'elettronica di consumo.

Da Kensington lo schermo che protegge da occhi indiscreti

Lavorare su documenti e dati riservati è un’attività piuttosto comune. Non c’è bisogno di scomodare spy story hollywoodiane per capire quanto sia importante proteggere le proprie informazioni, fare in modo che non giungano all’attenzione di un competitor, che vengano diffuse o condivise al di fuori dell’azienda.

 

A ben vedere, tutto il discorso della cyber security nasce proprio da qui, ma mentre le aziende riflettono su sistemi avanzati di protezione dei dati, talvolta si dimenticano di quanto sia importante anche solo difendersi da uno sguardo indiscreto mentre si lavora con il notebook su un mezzo pubblico, oppure quando in ufficio c’è un discreto passaggio di persone. Come detto, non si tratta di difendere (per forza) dei segreti industriali, ma semplicemente la privacy di ciò che si fa, dei documenti e anche di tutte le attività personali svolte mediante PC, tablet, notebook o smartphone. 

 

Kensington ha la soluzione: i suoi schermi privacy dedicati alla famiglia di notebook e tablet Apple (Macbook Air, Macbook, Macbook Pro, iMac, iPad Pro e iPad) sono di fatto dei filtri che, applicati al proprio device, limitano la visione laterale dello schermo a +/-30°: in questo modo la privacy è salva e si previene la violazione dei dati poiché si ha la certezza che chi è seduto al nostro fianco non possa vedere ciò che stiamo digitando o, più in generale, quello che stiamo facendo con il nostro device.

 

Altro aspetto molto interessante degli schermi privacy di Kensington è la possibilità di applicarli e rimuoverli con estrema rapidità grazie all’aggancio magnetico: d’altronde, non sempre l’esigenza di protezione della privacy è così forte (per esempio, quando si sta guardando un film) e, per questo, la possibilità di rimuovere velocemente il filtro è un plus interessante. Infine, importante notare che gli schermi Kensington non interferiscono in alcun modo con il touchscreen, sono dotati di rivestimento anti-impronta e sono anche ottimi per la vista, poiché riducono sia i riflessi dello schermo che la luce blu, aiutando così a rilassare gli occhi.

pubblicato
22 Luglio 2020

aggiornato
7 giorni fa